Guida - Cash Conversion Cycle

La gestione ottimale del capitale circolante e della liquidità è fondamentale per le imprese, che si trovano ad operare in contesti sempre più caratterizzati da competizione internazionale e rapidi cambiamenti del mercato.

Le strategie di liquidity planning assumono quindi un ruolo sempre più importante nella tesoreria d'impresa, accanto al controllo dei costi e all'ottimizzazione di processi che hanno impatti significativi su quest'area aziendale.

La capacità di gestire il Cash Conversion Cycle ricopre un ruolo cruciale. Si tratta di una grandezza che esprime la velocità con cui l'inventario può essere tradotto in termini di vendite, quindi in denaro, il quale viene poi impiegato per pagare i fornitori. Descrive in sostanza l'andamento del working capital (capitale circolante), misurando la quantità di tempo di cui una società ha bisogno per completare appunto il ciclo di vendita dei prodotti, riscossione dei crediti e pagamento dei debiti.

L'obiettivo di una gestione efficace del capitale circolante è di raggiungere un punto d'equilibrio tra la redditività e il rischio d'impresa. Il Cash Conversion Cycle è uno strumento utile anche per misurare l'efficienza della gestione del working capital e restituire una visione chiara della capacità dell'azienda di fronteggiare passività correnti.

E' possibile accelerare il Cash Conversion Cycle con vari metodi, tra cui lo sfruttamento dei vantaggi offerti dalle normative e dai sistemi di certificazione delle comunicazioni – come la PEC - , insieme alle tecnologie per la dematerializzazione e l'aumento della sicurezza nello scambio dei dati. Si può inoltre aumentare l'integrazione della tesoreria con i sistemi gestionali, anche per migliorare la distribuzione delle informazioni tra gli attori coinvolti.
L'introduzione della SEPA (Single Euro Payments Area – Area Unica dei Pagamenti in Euro) rappresenta un'ulteriore possibilità per le imprese di ottimizzare i processi relativi sia agli incassi che ai pagamenti, utilizzando strumenti come le tecnologie Web, Xml e Swift per standardizzare regole e strumenti finanziari dei paesi aderenti.
 Per gestire nel modo migliore il Cash Conversion Cycle occorre implementare soluzioni specifiche in grado di integrarsi con i sistemi informativi e gestionali aziendali, che consentano di automatizzare l'amministrazione dei flussi finanziari liberando risorse per le attività a maggior valore aggiunto.

Formula è in grado di supportare i clienti nel processo verso l'ottimizzazione e il controllo integrato di tutte le aree finanziarie.

Per saperne di più è disponibile la Guida "Cash Conversion Cycle".